skip to Main Content

Lo specchio simbolo

Ma cosa si nasconde dietro al simbolo dello specchio? Qual’è la storia del simbolo specchio e cosa significa invece oggi? Analizziamo insieme questo grande oggetto diventato un potente simbolo esoterico tra curiosa e storia.

Lo specchio simbolo nella storia

Gli specchi venivano già usati in tempi molto antichi , anche se essi non erano del materiale che noi attualmente conosciamo. Non erano nemmeno lo specchio simbolo che oggi conosciamo.

In origine l’essere umano, per specchiarsi, guardava la sua immagine riflessa nell’acqua e quando non aveva a disposizione laghi, pozze, mari o fiumi, riempiva d’acqua un piatto e ci guardava dentro usandolo come uno specchio.

Per questo nelle nostre usanze comuni si utilizza un piatto bianco per scoprire una fattura, basta mettere dell’acqua dentro al piatto con gocce di olio e il risultato porterà al verdetto positivo o negativo.

I primi Specchi della storia

I primi specchi realizzati nell’antichità erano semplici lastre di metallo, spesso argento, rame o bronzo, perfettamente lucidate.

Il vedere la propria immagine riflessa ha scaturito una vastità di fiabe leggende o dubbi stessi.

Infondo guardarsi allo specchio è confrontarsi con il proprio io, per alcuni è rendersi più vulnerabili o comunque avere una piena conoscenza di sé stessi.

Nel mito e nella fiaba sono sempre esistiti gli specchi, spesso anche parlanti.

Essi erano depositari del verbo e custodivano una parte dell’anima di chi vi si rifletteva

specchio simbolo

L’immagine riflessa da Biancaneve a Narciso

L’immagine riflessa ha sempre scatenato un grande crescere di pensieri mentalità e dibattiti.

Per molti era senza anima, quindi anche un portale con ciò che non era il buono.

Biancaneve

Fu proprio per la credenza dello specchio come: portale portatore del verbo, che ha creato la favola di Biancaneve.

specchio delle brame

Quando la regina scoprì, che l’immagine di Biancaneve sarebbe diventata più bella della sua, ne ordinò la condanna a morte.

La riflessione sugli specchi, era sempre una: davanti a uno specchio non si poteva nascondere le proprie vulnerabilità.

Narciso

Potremmo usare come esempio sempre un mito da tutti noi conosciuto la legenda di Narciso.

Narciso, figlio di un Dio e di una Ninfa , cacciatore bellissimo, venne punito dagli Dei stessi, perché nella sua ricerca di una persona altrettanto bella al suo pari, rifiuta l’amore ritenendo nessuno degno.

Così gli Dei lo fecero innamorare della sua stessa immagine riflessa in uno specchio d’acqua e morì cadendo in quel fiume, nel suo stesso riflesso. Da qui nasce l’aggettivo” Narcisista “; e ne deriva anche la conferma e credenza popolare: lo specchio può dunque rubare l’anima .

Dorian Gray

Altri racconti più recenti narrano sempre il tormento dell’anima di fronte alla propria immagine. Possiamo ricordare il racconto Di Dorian Gray.

Lo stesso Dorian di fronte alla sua immagine dipinta si rende conto della sua bellezza e impatto che ha verso la società , da qui il suo dramma interiore e patto per eterna giovinezza davanti al suo stesso ritratto.

lo specchio di Dorian Gray

Credenze popolari

Tornando a tradizioni più lontane, superstizione comune era anche quella di non mettere bambini davanti allo specchio , romperlo o mangiare davanti a esso, tutto questo si pensava aprisse portali di sofferenze.

Come se il male confinato in esso, potesse prendere parte di anima e di vita, della persona che si rifletteva.

In tutte le culture ci sono tradizioni dello specchio: in Cina si pensava che scacciasse il male.

Lo specchio, riflettendo la parte oscura, creava una vera propria barriera e chiudeva le porte al male.

Anche nei nostri racconti mitologici : Perseo sconfisse la stessa Medusa facendola specchiare, usando il riflesso “del male “ne racchiuse anche il potere.

Le credenze e i legami simbolici dello specchio

La credenza dei 7 anni di sfortuna legata alla rottura di uno specchio deriva dai romani in cui si cercava sempre di accreditare uno studio sui numeri.

Il numero 7 all’epoca era impuro perché non divisibile per 3 e per tutti i documenti da loro raccolti.

Al numero sette troviamo resti più lontani, già gli stessi babilonesi credevano che fosse un numero magico; l’ astrologia babilonese, che riconosceva pianeti e divideva il mese lunare in cicli di 7 giorni (da qui l’ origine della nostra settimana).


Inoltre l’ Antico Testamento utilizza 7 nomi per indicare la terra e 7 per indicare il cielo.


Nell’ Ebraismo, il candelabro a 7 luci (detto Menorah) è il simbolo della fede eterna accessa.


Ci sono tantissimi esempi che hanno come simbolo il numero 7.
( il concepimento il feto rimane tale per 7 settimane per poi trasformarsi in feto e il parto avviene dopo 7 lune nuove. )


Tornando all’argomento specchio, troviamo anche la credenza legata ai vampiri, creature della notte, essi erano facilmente riconoscibili proprio perché la loro immagine non veniva riflessa; se lo specchio mostra la vera natura dell’anima, i vampiri essendone “privi “, non potevano specchiarsi.

Perché si dice: che gli occhi sono lo specchio dell’anima?

Questo si pensa abbia riferimento al concepimento del bambino, il primo sguardo è tra madre e figlio appena giunto nel mondo, quindi tramite il passaggio dell’amore universale, lo sguardo della madre indirizza il figlio alla conoscenza della vita, riflettendo l’immagine del figlio in essa; sempre per questo i vampiri non essendo “nati “non hanno una immagine riflessa .

Per appunto lo specchio è legato a tutto un viaggio col proprio “io interno” , da qui nascono miti, leggende infinite e superstizioni che vanno avanti da secoli e continuano tutt’ora a essere presenti nella nostra vita quotidiana con detti e parafrasi, l’esempio più comune è la stessa frase usata da tutti “critichi me ? Guardati allo specchio “.


Tutto questo è un mondo racchiuso in uno specchio o è lo specchio che in realtà per secoli, racchiude la storia del mondo?

Questo è il nostro contributo allo specchio simbolo, se ti è piaciuto leggi anche altri articoli di curiosità che trovi qui.

Back To Top
Iscriviti alla nostra newsletter e ottieni
La tua carta della settimana
Iscriviti ora e ottieni gratis la tua carta della settimana. Niente spam o pubblicità, non piace nemmeno a noi!!!
close-link
Ecco il tuo consulto via mail, semplice, serio e riservato!
Voglio il consulto via mail